scimmietteLa storia dell’ uomo come ci viene raccontata oggi, è colma di bugie e mistificazioni, atte ad una sola motivazione: il potere.

Potere significa, manipolazione delle masse attraverso l’ informazione, la religione, le regole sociali, le leggi statali:

Manipolare l’ informazione significa che ciò che è scomodo viene insabbiato e ciò che è comodo, se non esiste, viene inventato.

La religione, qualunque essa sia, ha in mano ogni singolo uomo, manipolandone la vita attraverso le regole in vigore, in quanto ha in mano la sua anima, spaventandole con visioni infernali sul’ aldilà.

Le regole sociali dettano l’ accettazione: comportamento, vestiario, oggetti di status, mode, sono pesi e misure per ogni individuo, il cui premio è venire accettato dalla società ( famiglia, scuola, lavoro, società umana ).

Le leggi di ogni stato regolano la convivenza della società, prevaricando il buon senso umano del vivere civile, o meglio, sostituendo il buon senso umano, laddove è totalmente assente o carente; tutti noi abbiamo prova ogni giorno, di come queste leggi siano fallimentari e al servizio della casta governativa, di qualunque nazione parliamo.

Mistificare qualcosa, è più semplice di quanto sembri e il primo passo, è minare la veridicità di ciò che si oppone all’ affermazione della mistificazione stessa: l’ esempio più calzante, è il calendario liturgico cristiano, dove le feste comandate, hanno totalmente sostituito feste originariamente pagane; ciò significa che, i pagani erano in torto, i cristiani nel giusto.

Il passo successivo, è portare prove che sostengano la mistificazione: inutile dire che le prove si possono costruire, esattamente come si possono manipolare a dovere mezze verità; una mistificazione importante, anzi basilare e significativa, è presentare la Bibbia come guida spirituale per una religione: il Vecchio Testamento è un libro più storico che Spirituale, dove si parla di battaglie, guerre, conquiste, stermini, compiuti in nome di Dio, quindi giusti e giustificati. I grandi patriarchi passano per persone sagge e illuminate, ispirati e guidati da Dio. Il Nuovo Testamento spaccia per testimonianze dirette della vita di Gesù di Nazareth detto il Cristo, su cui non vi sono prove certe della sua esistenza, eventi che sono avvenuti da 70 a 100 anni prima della trascrizione.

Il Medioevo è stato un crogiolo di manipolazioni e mistificazioni, dalle Crociate, al processo ai Templari, alle innumerevoli reliquie, ai trascritti che provengono dalle abbazie, il cui precursore è stato Costantino I sotto cui si è svolto il Consiglio di Nicea; il Rinascimento, con il Neoplatonismo, è stato un tentativo di bucare il velo di omertà che il Medioevo aveva calato, subito offuscato dagli eccessi del Barocco.

L’ Illuminismo ha avanzato le stesse pretese del Rinascimento ma con un approccio diverso: invece di dedicarsi all’ introspezione spirituale, predicava l’ intelletto esploratore, la difesa delle idee; il Risorgimento ha cercato di conciliare le due visioni, essendo comunque entrambe parte indissolubile dell’ uomo.

Arriviamo così ai tempi nostri, a un’ epoca moderna confusa, sballottata, che accelera sempre di più verso il futuro, perdendo valori, perdendo l’ attenzione su ciò che le accade attorno, su ciò che gli è caro, assorbita e distratta da un Sistema che le impedisce di fermarsi, farsi domande e cercare la propria Verità.

Aryan Devatara